Reebok

L'avanguardia e lo sport sotto un unico marchio.

La storia di Reebok parte da molto lontano, addirittura nel 1890, quando Joseph William Foster iniziò a studiare e produrre le prime scarpe da running con i tacchetti, chiamati all'epoca punte.
Con il passare degli anni l'attività venne ampliata con l'inserimento dei figli e portò la famiglia ad aprire la prima fabbrica a Bolton, chiamata Olympic Works, che in poco tempo divenne un punto di riferimento per tutti gli atleti britannici.

Nel 1958 divenne ufficialmente Reebok, ed il nome fu preso ad un antilope africana chiamata appunto rhebok, che stava a simboleggiare la velocità con che gli atleti raggiungevano con le calzature del brand.

Con gli anni il marchio si è evoluto, cambiando il logo dalla bandiera britannica (Union Jack) al delta, e collaborando e creando signature shoes con le più grandi star dello sport, come la tennista Venus Williams, i cestisti Shaquille O'Neal e Allen Iverson o la leggenda del Manchester United e della nazionale gallese di calcio Ryan Giggs.

Reebok è sempre stata in prima linea per lo sviluppo di nuove tecnologie, e tra le più famose ricordiamo la Pump, che permette alla scarpe di gonfiarsi e sgonfiarsi tramite un bottoncino posto sulla linguetta, o la Sole-Trainer (successivamente Hexalite), un ingegnoso metodo di ammortizzazione a forma di nido d'ape.
Tra i modelli più famosi, invece, ricordiamo le Club C, tuttora prodotte, nate come scarpe da tennis e diventate lifestyle, le Classic Leather, che rivoluzionarono il mercato, ma soprattutto le Instapump Fury, probabilmente le sneakers più iconiche del brand.