Adidas

Il brand che fa la differenza.

La storia del colosso Adidas ha inizio negli anni '20 ad Herzogenaurach, un piccolo paesino vicino Norimberga, in Germania.
Il suo fondatore, Adolf Dassler, inizia a pensare a delle scarpe specifiche per ogni sport, e il primo studio lo dedica all'atletica, essendo lui in prima persona un atleta.
In occasione delle Olimpiadi del 1928, moltissimi corridori indossano per la prima volta delle scarpe con i tacchetti, secondo l'intuizione di Adolf; i risultati sono strabilianti, e il giovane tedesco inizia a farsi conoscere dal mondo intero.

Adolf lavora a stretto contatto con suo fratello Rudolf, ma i rapporti non sono dei migliori ed ognuno decide di creare la propria azienda: Rudolf la chiama Puma, Adolf unisce il diminutivo del suo nome Adi con le iniziali del suo cognome: è qui che inizia il mito di Adidas.

Essendo un vero e proprio visionario, Adolf crea le sponsorizzazioni sportive: fa indossare i suoi capi (scarpe ed indumenti, che nel frattempo ha iniziato a produrre) ai principali atleti del mondo in modo da farsi pubblicità. Tra i maggiori interpreti storici, ricordiamo i calciatori Diego Armando Maradona e Franz Beckenbauer, il tennista Stan Smith (a cui dedicherà una linea di scarpe da tennis divenute successivamente lifestyle) o il pugile Muhammad Alì.

Col passare degli anni, Adidas si specializza sempre di più nel lifestyle, l'abbigliamento utilizzato durante il tempo libero; nel corso della sua storia, numerosi sono i prodotti che restano impressi nella mente e nel cuore degli appassionati del brand. A partire da scarpe come le Samba, le Stan Smith o le Superstar, continuando con le tute Beckenbauer e SST, finendo con le t-shirt con il trifoglio o con le iconiche 3 stripes.

Adidas: Impossible is Nothing.